Tre racconti, un po' inquietanti ma ipnotici, perché diciamocelo, sentir parlare di contatti con l'aldilà attraverso oggetti pressoché magici, incuriosisce. Sì esatto, proprio così. Nel primo racconto un gruppo di giovani adolescenti decidono di comprare una tavola ouija per parlare con i fantasmi, concentrandosi per lo più sui morti e i desaparecidos che in quel periodo in Argentina erano sempre di più. Ma qualcosa va storto, forse il mondo dei vivi e il mondo dei morti non dovrebbero mai avere un contatto troppo ravvicinato? Nel secondo racconto parliamo invece di Silvina, una ragazza che incontra sulla metro una donna che racconta la sua storia ai passanti. Sfigurata dal marito, cosparsa d'alcool e bruciata, è nel racconto uno dei ritratti più toccanti della violenza sulle donne. Dall'incontro con quella ragazza, Silvina si rende conto che improvvisamente gli ospedali si riempiono di donne bruciate dai loro mariti, una coincidenza assurda che nasconde in realtà la protesta di alcune donne nei confronti della loro condizione, una ribellione sottovoce. Nel terzo racconto, il più lungo del libro, conosciamo più a fondo Mechi e il suo lavoro all'archivio persone scomparse. Ipnotizzata dalle schede di tutte queste bambine e adolescenti, decide di aiutare un giornalista sulle indagini. Rovistando negli archivi viene colpita dal caso di una ragazzina coinvolta in un giro di prostituzione minorile e si affeziona al caso e al suo profilo, finché non la incontra per strada. Da quel giorno succederà qualcosa di veramente strano... oltre il normale andamento delle cose. Avrei preferito leggere dei racconti più lunghi, poiché si sono toccati degli argomenti molto attuali sulla situazione in Argentina: dai desaparecidos, alla violenza sulle donne, ai casi di bambini scomparsi fino alla prostituzione minorile. Una volta arrivata al momento clou di ogni racconto mi accorgevo che era finito. Forse troppo presto. Una scrittura semplice, l'ideale quando si affrontano temi come questi che devono arrivare agli occhi, alla mente e alle orecchie di tutti. Lettura veloce ma consigliata!



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts Non è una moda, non è la moda, è un’eredità destinata a durare per sempre ✨➡️https://t.co/MmIpOMLs8lhttps://t.co/NSlanyMCoS
SlidingArts RT @martasuilibri: Oggi è il gran giorno! Io nel frattempo lo rileggo. 📖 ✨🌌 #OurSoulsAtNight #LeNostreAnimeDiNotte https://t.co/S1kyY8d3jJ
SlidingArts RT @martasuilibri: La meraviglia @UtetLibri 📚due libri da avere, assolutamente https://t.co/iwlD3zxEU5
SlidingArts La mostra di #MariagiuliaColace all'interno del festival di scrittrici #inQuiete a Roma presso la Libreria Tuba ➡️… https://t.co/iMLUtuvqVs
SlidingArts RT @martasuilibri: Finisco #LucyBarton per immergermi subito in #Tuttoèpossibile perché la parola chiave (e vincente) è sempre una: la semp…
SlidingArts Leone d'oro alla carriera per Robert #Redford e Jane #Fonda che presentano #LeNostreAnimeDiNotte a #Venezia74 ➡️… https://t.co/dSMK3WBqPp
SlidingArts Dedicato alla moglie Emma, #Belgravia è il nuovo romanzo di Julian #Fellowes ambientato nella Londra del 1840 ➡️… https://t.co/RXov8XzaC1
SlidingArts Il concerto "Le Rondini e la Nina" nella cornice de l'#Agnata, omaggio di Gaetano Curreri e Paolo Fresu a Dalla e D… https://t.co/4jKyJGfZEq

 

Partner