E’ il giugno del 1815 quando, a Bruxelles, la Duchessa di Richmond tiene un ballo di gala in onore del Duca di Wellington e dei suoi ufficiali. Sophia Trenchard, bella figlia di un abile commerciante, sembra avere occhi solo per Lord Edmund Bellasis, affascinante erede di una delle famiglie più importanti della Gran Bretagna. I due insieme sono radiosi e, a discapito della diversa estrazione sociale, formano una bellissima coppia. Poco dopo la mezzanotte, un aiutante di campo annuncia con una missiva che l’esercito di Napoleone ha superato la frontiera: gli inglesi, tra cui il giovane Lord Bellasis, lasciano la festa ancora in uniforme da gala per riunirsi alle truppe in quella che sarebbe passata alla storia come la battaglia di Waterloo e che avrebbe cambiato definitivamente la vita di Sophia e Edmund. Venticinque anni dopo, i Trenchard hanno fatto fortuna e si sono trasferiti a Belgravia, non lontano dalla dimora londinese dei conti di Brockenhurst, genitori di Edmund Bellasis. Tra le due famiglie però ci sono tensioni date da un segreto serbato a lungo e che verrà svelato solo dopo pettegolezzi, tradimenti e rivelazioni che vedranno coinvolti nobili, nuova borghesia e, soprattutto, servitù.

Un appunto doveroso: Julian Alexander Kitchener-Fellowes è Barone Fellowes di West Stafford e sua moglie è Emma Joy Kitchener, dama di compagnia della principessa di Kent e pronipote del famosissimo generale Kitchener, primo conte di Kitchener, comandante il capo delle forze armate britanniche nella Prima Guerra Mondiale.

Una curiosità molto sentita: quando incontrai Lord Fellowes all’Hotel Eden di Roma ero stata da poco in Portogallo per visitare i luoghi in cui erano state ambientate alcune scene del suo precedente lavoro, "Un passato imperfetto". Sua moglie mi confessò che la trama di quel libro era ispirata ad una storia vera. Parlammo di Cascais ed Estoril e di alcune somiglianze con i protagonisti del libro in una conversazione che ricordo ancora molto nitidamente e che sono grata di aver potuto intrattenere. Era l’11 novembre del 2013.

Belgravia di Julian Fellowes - Editore Neri Pozza I Narratori Delle Tavole - Pagine 416



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts 🌷📚 È primavera, sbocciano fiori e fioriscono libri. Quattro consigli libreschi su Sliding Arts #booklovershttps://t.co/msJAEoWUcB
SlidingArts Tra le nomination di stasera @TheAcademy: @CMBYNFilm dell'italiano Guadagnino ➡️ https://t.co/Ie9h9BtMVC,https://t.co/6xujKnh8O6
SlidingArts «Call me by your name» è il nuovo film di Luca Guadagnino, ora nelle sale e candidato a 4 premi Oscar 🏆 ➡️… https://t.co/ZrfLwtYDyl
SlidingArts Se siete a corto di idee su cosa leggere, ci pensiamo noi. Uno dei nostri propositi del 2018 è quello di scrivere u… https://t.co/AHX5f72npk
SlidingArts Al Teatro Mancinelli di Orvieto con Maria Pia De Vito, Gino Paoli e Danilo Rea. In Core/Coração, Napoli e il Brasil… https://t.co/Z5laxSJa8v
SlidingArts Bottoni sardi e lucioles parigine, l’augurio di un sereno Natale da parte del team Sliding Arts ✨#slidingartshttps://t.co/ByXI00LhXg
SlidingArts RT @valentinacefalu: Mito indiscusso e icona di stile https://t.co/0ScNdpHCNr
SlidingArts «.. Poi arriva a una cena una donna con un pantalone nero da smoking e una camicia di seta bianca, un classico perf… https://t.co/am79NPaY5t
SlidingArts RT @LaFeltrinelli: I libri ci emozionano, ci fanno sognare, ci commuovono. E quante storie raccontano? Ecco il nostro regalo per voi, una s…

 

Partner