Dal Palazzo Reale di Milano arriva alle Grandi Aule delle Terme di Diocleziano l’eccezionale mostra dedicata allo scultore francese Auguste Rodin, promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici di Roma e dal Musée Rodin di Parigi, l’esposizione è stata curata da Aline Magnien in collaborazione con Flavio Arensi. Roma è stata fondamentale per la formazione di Rodin, colpito soprattutto dalle opere di Michelangelo, dai pieni e vuoti della Cappella Sistina, dalla scenografia del Mosè di San Pietro in Vincoli e dal “non finito” delle sculture michelangiolesche. Perfetto è dunque il luogo dell’esposizione nelle aule termali, che sono state sistemate 450 anni fa da Michelangelo nella chiesa di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri Cristiani. La mostra, che espone in serie cronologica i marmi dell’artista, è un percorso nell’estetica, in cui emerge una sensibilità del tutto nuova rispetto alla sua epoca, la materia cerca la sensualità e il nudo si espone con una carica erotica innovativa. Si apre con il tema dell’illusione della carne e della sensualità, l’opera centrale è “Il bacio”, scultura scandalosa e di grande scalpore nella Francia di fine ottocento. Nonostante un certo disprezzo per l’opera – che invece affascinò da subito il pubblico – Rodin posò orgoglioso davanti a ”Il bacio”, espressione della vera bellezza. Subito dopo ci si imbatte in una delle opere più emblematiche: “La mano di Dio”, che regge il blocco di terra da cui sono plasmati gli esseri umani, nella quale Rodin sperimenta la resa del volto nell’ombra di una parte sporgente. Il tema del rilievo è fondamentale, molte opere creano uno sfondo e si configurano come una sorta di alto o bassorilievo. Chiude la mostra una serie di ritratti di personaggi come Puvis de Chavannes, Lady Sackville e Victor Hugo, molto suggestivi e dal particolare distacco per il contrasto del marmo bianco con i mattoni grezzi dell’Antica Roma e caratterizzati dalla poetica dell’incompiuto michelangiolesco. I modelli in gesso del progetto originario permettono di approfondire il metodo di lavoro del maestro, che è anticipatore della pratica contemporanea – pur riprendendo le consuetudini delle botteghe antiche – di delegare agli aiutanti e sbozzatori l’esecuzione dell’opera. Togliere ogni pesantezza dal marmo nel tentativo di dargli leggerezza e privarlo della sua materialità alla ricerca di una forma, già racchiusa, questa ricerca è la continuazione al tema dei “Prigioni” di Michelangelo. Lo scrittore austriaco Rainer Maria Rilke affermava che nelle sue opere si evidenzia quella grande solitudine sublime e inaccessibile che avvolge ogni capolavoro del genio.

PHOTOGALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.646197535458961.1073741879.456456391099744&type=1



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts Inizia l'estate e la #Spagna si conferma tra le mete più scelte, scopriamo insieme Siviglia, nel cuore dell'Andalus… https://t.co/5dcQ7R39Mv
SlidingArts 📚🌼 La consideriamo estate ma è ancora primavera sulla carta. E quindi #primaverasuilibri2 con i consigli di… https://t.co/z9wx7Jeqdh
SlidingArts La testimonianza della nostra coraggiosa @martasuilibri su @Corriere_Salute. Forza Marta! 💪🏻➡️… https://t.co/7DugtI282y
SlidingArts 🌷📚 È primavera, sbocciano fiori e fioriscono libri. Quattro consigli libreschi su Sliding Arts #booklovershttps://t.co/msJAEoWUcB
SlidingArts Tra le nomination di stasera @TheAcademy: @CMBYNFilm dell'italiano Guadagnino ➡️ https://t.co/Ie9h9BtMVC,https://t.co/6xujKnh8O6
SlidingArts «Call me by your name» è il nuovo film di Luca Guadagnino, ora nelle sale e candidato a 4 premi Oscar 🏆 ➡️… https://t.co/ZrfLwtYDyl
SlidingArts Se siete a corto di idee su cosa leggere, ci pensiamo noi. Uno dei nostri propositi del 2018 è quello di scrivere u… https://t.co/AHX5f72npk
SlidingArts Al Teatro Mancinelli di Orvieto con Maria Pia De Vito, Gino Paoli e Danilo Rea. In Core/Coração, Napoli e il Brasil… https://t.co/Z5laxSJa8v
SlidingArts Bottoni sardi e lucioles parigine, l’augurio di un sereno Natale da parte del team Sliding Arts ✨#slidingartshttps://t.co/ByXI00LhXg

 

Partner