Poche riviste hanno saputo “vedere la vita, vedere il mondo”, per citare il suo manifesto, come "LIFE". Il punto di vista è quello dei suoi fotografi, ed è indubbiamente americano, ma ha fornito al mondo scatti storici e memorabili. Il 30 Aprile scorso l’Auditorium Parco della Musica ha inaugurato un nuovo spazio espositivo: “AuditoriumExpo” con la mostra “Life – i grandi fotografi” visitabile fino al 4 agosto 2013, una produzione della Fondazione Musica per Roma e della Fondazione FORMA per la Fotografia, in collaborazione con Life e Contrasto. Una raccolta di circa 150 tra le foto più significative che hanno reso grande la rivista, da scene di vita quotidiana per le strade statunitensi, a ritratti privati di presidenti e celebrità, per non dimenticare immagini di guerra e dei campi di sterminio. Prima dell’avvento della TV, i fotografi di LIFE hanno mostrato il mondo al grande pubblico; la radio non poteva fornire un volto ai personaggi e ai luoghi di cui parlava. E il successo fu travolgente, con milioni di copie vendute a settimana. Fondata nel 1936 da Henry Luce, prosperò fino all’inizio degli anni settanta quando prese la via del declino, schiacciata dai nuovi mezzi di comunicazione. Si cercò di salvare la rivista con numeri speciali ma senza risultato: restano però le foto storiche in bianco e nero, irripetibili, come il bacio di Times Square finita la guerra. Il catalogo della mostra, pubblicato da Contrasto, presenta i profili biografici e le immagini di 99 grandi fotografi tra cui Eisenstaedt, Bourke-White, Mydans, Parks, W. Eugene Smith, Robert Capa, fino a Morse e McNally

Abbiamo chiesto alla curatrice della mostra Alessandra Mauro, di spiegarci la disposizione delle foto: “Le prime sono immagini dell’America dall’alto, scattate per farla conoscere ai suoi stessi abitanti, a seguire il muro dei Presidenti, quello della moda, poi uno sguardo all’estero con le immagini di guerra (quelle più famose di Robert Capa), i ritratti dei grandi personaggi, come Churchill e Gandhi, nei loro gesti caratteristici.” A Milano erano già state esposte 35 foto “Era una mostra solo sulle donne di LIFE. Ci colpisce infine una nota sull’acquisto delle opere ma la curatrice specifica che “Sono in vendita le stampe dai negativi originali conservati negli archivi della LIFE Gallery”. 

PHOTOGALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.474960239249359.1073741840.456456391099744&type=3

 



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts Con "Valigia Diplomatica" Antonio Morabito racconta la sua carriera diplomatica: un lungo percorso fatto di... https://t.co/KKsiaE58pv
SlidingArts Nasceva oggi... Sliding Arts! Nel giorno del nostro quarto compleanno ricordiamo quello di una persona molto... https://t.co/isJgxgHZhX
SlidingArts RT @SalonedelLibro: «Il lavoro non mi piace, ma mi piace quello che c’è nel lavoro: la possibilità di trovare se stessi» #JosephConrad #P
SlidingArts RT @sellerioeditore: #Unavitacometante un libro che si divora ad una velocità tale che 1104 pagine non sembrano abbastanza @SlidingArts ht…
SlidingArts RT @martasuilibri: Quando gli scrittori interagiscono coi lettori #ètuttomoltobello 📚❤️ https://t.co/SilB7FwY3M
SlidingArts Grazie a #HanyaYanagihara che ha scritto un libro magnifico.Lo consiglia @martasuilibri su #BookLovers 📚➡️… https://t.co/zjJKbjKgTt
SlidingArts #LaBellaELaBestia: personaggi e aspettative del nuovo live-action con #EmmaWatson firmato #Disney ➡️… https://t.co/jfh3BCHdvj
SlidingArts Appuntamento il 3 aprile al Petruzzelli di Bari per il concerto della Young Talents Orchestra EY a sostegno di Avsi… https://t.co/kxRHeHXob5
SlidingArts #UominiNudi di #AliciaGimenezBartlett è stata una lettura per niente noiosa. @martasuilibri 📚 vi spiega perché su… https://t.co/BR8ZnHgR82

 

Partner