Poche riviste hanno saputo “vedere la vita, vedere il mondo”, per citare il suo manifesto, come "LIFE". Il punto di vista è quello dei suoi fotografi, ed è indubbiamente americano, ma ha fornito al mondo scatti storici e memorabili. Il 30 Aprile scorso l’Auditorium Parco della Musica ha inaugurato un nuovo spazio espositivo: “AuditoriumExpo” con la mostra “Life – i grandi fotografi” visitabile fino al 4 agosto 2013, una produzione della Fondazione Musica per Roma e della Fondazione FORMA per la Fotografia, in collaborazione con Life e Contrasto. Una raccolta di circa 150 tra le foto più significative che hanno reso grande la rivista, da scene di vita quotidiana per le strade statunitensi, a ritratti privati di presidenti e celebrità, per non dimenticare immagini di guerra e dei campi di sterminio. Prima dell’avvento della TV, i fotografi di LIFE hanno mostrato il mondo al grande pubblico; la radio non poteva fornire un volto ai personaggi e ai luoghi di cui parlava. E il successo fu travolgente, con milioni di copie vendute a settimana. Fondata nel 1936 da Henry Luce, prosperò fino all’inizio degli anni settanta quando prese la via del declino, schiacciata dai nuovi mezzi di comunicazione. Si cercò di salvare la rivista con numeri speciali ma senza risultato: restano però le foto storiche in bianco e nero, irripetibili, come il bacio di Times Square finita la guerra. Il catalogo della mostra, pubblicato da Contrasto, presenta i profili biografici e le immagini di 99 grandi fotografi tra cui Eisenstaedt, Bourke-White, Mydans, Parks, W. Eugene Smith, Robert Capa, fino a Morse e McNally

Abbiamo chiesto alla curatrice della mostra Alessandra Mauro, di spiegarci la disposizione delle foto: “Le prime sono immagini dell’America dall’alto, scattate per farla conoscere ai suoi stessi abitanti, a seguire il muro dei Presidenti, quello della moda, poi uno sguardo all’estero con le immagini di guerra (quelle più famose di Robert Capa), i ritratti dei grandi personaggi, come Churchill e Gandhi, nei loro gesti caratteristici.” A Milano erano già state esposte 35 foto “Era una mostra solo sulle donne di LIFE. Ci colpisce infine una nota sull’acquisto delle opere ma la curatrice specifica che “Sono in vendita le stampe dai negativi originali conservati negli archivi della LIFE Gallery”. 

PHOTOGALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.474960239249359.1073741840.456456391099744&type=3

 



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts Quali libri portare in vacanza? Ecco qualche consiglio flash @martasuilibri per riempire una valigia di libri, per… https://t.co/7HrCbev5ce
SlidingArts 📌🎶Per il settimo anno consecutivo Fondazione Monini presenta Musica da #CasaMenotti, 27 concerti gratuiti che si te… https://t.co/qEDaXEeYT1
SlidingArts Inizia l'estate e la #Spagna si conferma tra le mete più scelte, scopriamo insieme Siviglia, nel cuore dell'Andalus… https://t.co/5dcQ7R39Mv
SlidingArts 📚🌼 La consideriamo estate ma è ancora primavera sulla carta. E quindi #primaverasuilibri2 con i consigli di… https://t.co/z9wx7Jeqdh
SlidingArts La testimonianza della nostra coraggiosa @martasuilibri su @Corriere_Salute. Forza Marta! 💪🏻➡️… https://t.co/7DugtI282y
SlidingArts 🌷📚 È primavera, sbocciano fiori e fioriscono libri. Quattro consigli libreschi su Sliding Arts #booklovershttps://t.co/msJAEoWUcB
SlidingArts Tra le nomination di stasera @TheAcademy: @CMBYNFilm dell'italiano Guadagnino ➡️ https://t.co/Ie9h9BtMVC,https://t.co/6xujKnh8O6
SlidingArts «Call me by your name» è il nuovo film di Luca Guadagnino, ora nelle sale e candidato a 4 premi Oscar 🏆 ➡️… https://t.co/ZrfLwtYDyl
SlidingArts Se siete a corto di idee su cosa leggere, ci pensiamo noi. Uno dei nostri propositi del 2018 è quello di scrivere u… https://t.co/AHX5f72npk
SlidingArts Al Teatro Mancinelli di Orvieto con Maria Pia De Vito, Gino Paoli e Danilo Rea. In Core/Coração, Napoli e il Brasil… https://t.co/Z5laxSJa8v

 

Partner