L’ennesima introspezione nella tormentata mente dell’artista, nello specifico della ballerina classica, ormai sinonimo di psicopatica: complessi fisici, manie di perfezionismo, ansia da prestazione e chi più ne ha, più ne metta. Occasione sprecata, Natalie Portman è perfetta nel fisico e nell’espressione sempre inquieta (e inquietante), ma a molti è sfuggita la scelta di scendere così nel macabro. La ballerina Nina Sayers ha la fortuna di essere scelta per interpretare Odette e Odile, ovvero il cigno bianco e il cigno nero del celeberrimo balletto “Il lago dei cigni” di Čajkovskij. I ruoli ottenuti cominciano a crearle angoscianti visioni e raptus autolesionisti, di qui il sangue che ogni tanto sgorga in maniera esagerata e fuori luogo. La protagonista, perfetta come delicato cigno bianco, entra in crisi nell’affrontare il lato oscuro di Odile, che mette in luce i suoi problemi con la sessualità, legati al difficile rapporto con il proprio corpo e all’influenza di una madre morbosa (stile mamma di Psycho) che la tratta come se fosse ancora una bambina. Come se non bastasse la povera ragazza è circondata da: un’ex ballerina (l’irriconoscibile Winona Ryder) se possibile più folle di lei, un direttore artistico ambiguo (Vincent Cassel) e un’antagonista (Mila Kunis), sensuale e tenebrosa che sarebbe più adatta per la parte di Odile. Questo il contesto che porterà alla definitiva autodistruzione di Nina, alla ricerca di una perfezione che riuscirà infine ad ottenere, ma a costo del suo equilibrio mentale. Darren Aronofsky ha diretto un coraggioso dramma psicologico che si è beccato qualche premio ma anche una bella parodia su YouTube. Che altro dire, come è già capitato in passato, per esempio a Charlize Theron in “Monster”, a volte le attrici più belle per dimostrare di essere anche talentuose devono fare qualche sacrificio fisico (ed emotivo) e trasformarsi in mostri, non solo di bravura.



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts RT @RussoRainaldi: For #WorldOperaDay a #MajorThrowback The very first #Opera I have worked on, the 2014 @festival_aix production of #Ariod
SlidingArts «Il nostro è il migliore dei mondi possibile. [...] Per quanto sia tutto così perfetto, per sopravvivere abbiamo bi… https://t.co/q9bgEEsXRo
SlidingArts RT @Elena_Bozzo: L’#ABC de #LAmicaGeniale: dalla A alla Z, tutto quello che ci ha insegnato #ElenaFerrante ➡️ https://t.co/IdrJVuW8xX #MyBr
SlidingArts #LAmicaGeniale dalla A alla Z ➡️ https://t.co/KHSAcmpYcm. Un originale alfabeto tratto dal romanzo di… https://t.co/rwiDJ1TJhw
SlidingArts «I libri sono tutto. I libri sono la vita» Addio alla grande #IngeFeltrinelli https://t.co/fzjwhbSg0X
SlidingArts Urbani Tartufi continua a sorprendere e ad essere un grande testimonial dell’Italia in uno scenario d’eccezione: al… https://t.co/dFP4K6Fisa
SlidingArts Per noi i consigli di lettura non finiscono con l’estate. Vi raccontiamo cos’ha letto ultimamente @martasuilibri in… https://t.co/65HRzLfJFH
SlidingArts Quali libri portare in vacanza? Ecco qualche consiglio flash @martasuilibri per riempire una valigia di libri, per… https://t.co/7HrCbev5ce
SlidingArts 📌🎶Per il settimo anno consecutivo Fondazione Monini presenta Musica da #CasaMenotti, 27 concerti gratuiti che si te… https://t.co/qEDaXEeYT1

 

Partner