"Grace di Monaco". L'attesissimo nome del film d'apertura della 67esima edizione del Festival di Cannes è stato rivelato poche ore fa con un comunicato stampa e con un successivo annuncio via Twitter dall'account ufficiale di una tra le manifestazioni cinematografiche per eccellenza. In Italia, l'uscita del film con Nicole Kidman nei panni di Grace di Monaco è stata fissata dalla Lucky Red per il 15 maggio 2014, giorno successivo alla prima del festival. Diretto dal francese Olivier Dahan, il biopic su Grace Kelly racconta il periodo in cui l'attrice americana sposa il principe Ranieri III di Monaco, interpretato da Tim Roth. In quegli anni, Grace Kelly aveva già alle spalle un premio Oscar per il film “La ragazza di campagna” del 1954: fu durante queste riprese che ebbe una breve relazione con Bing Crosby, con il quale lavorò anche in occasione di “Alta società”. Questa riuscitissima commedia musicale diretta da Charles Walters nel 1956 fu il suo ultimo film prima di abbandonare la carriera di attrice per entrare a vestire egregiamente i panni di principessa. Eppure, quello che venne soprannominato "il matrimonio del secolo" tra Grace Kelly e il principe Ranieri entra presto in crisi, portando una situazione difficile per entrambi, poi aggravata dal conflitto politico tra Francia e Monaco. La prima mondiale del film su Grace Kelly verrà così ospitata in Francia, sulla Croisette di Cannes e farà parte della categoria "Selezione ufficiale fuori concorso". Scenario quasi naturale per battezzare l’opera, quello dell'incantevole Côte d'Azur a due passi da Monaco. Anche se, dal canto suo, il Principato rinnega il film qualificandolo come "inutile e glamour" e con "gravi inesattezze storiche e una serie di scene di pura finzione". Una posizione conservatrice e piuttosto comprensibile che tende a difendere qualsiasi rivisitazione della vita della principessa morta prematuramente a soli 52 anni in un incidente stradale nel settembre 1982. Il film infatti prova ad indagare, più che il mito, il lato umano di Grace Kelly poco conosciuto e su cui lei stessa si esprimeva così: "Sono stata accusata di essere fredda, snob, distante. Chi mi conosce bene sa che non è così. La verità sarebbe piuttosto il contrario. Ma è chiedere troppo voler proteggere la propria vita privata, i sentimenti profondi? Molte cose mi commuovono e non voglio essere indiscreta".



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts «Il nostro è il migliore dei mondi possibile. [...] Per quanto sia tutto così perfetto, per sopravvivere abbiamo bi… https://t.co/q9bgEEsXRo
SlidingArts RT @Elena_Bozzo: L’#ABC de #LAmicaGeniale: dalla A alla Z, tutto quello che ci ha insegnato #ElenaFerrante ➡️ https://t.co/IdrJVuW8xX #MyBr
SlidingArts #LAmicaGeniale dalla A alla Z ➡️ https://t.co/KHSAcmpYcm. Un originale alfabeto tratto dal romanzo di… https://t.co/rwiDJ1TJhw
SlidingArts RT @ModerneOdissee: Tutto pronto per la prima presentazione del libro Moderne Odissee 🌍. Oggi 3 novembre, su iniziativa della Fondazione Gi…
SlidingArts RT @ModerneOdissee: “MODERNE ODISSEE. 🌍 Viaggio consapevole tra gli irrisolti drammi e i profondi cambiamenti del nostro tempo” è il nuovo…
SlidingArts «I libri sono tutto. I libri sono la vita» Addio alla grande #IngeFeltrinelli https://t.co/fzjwhbSg0X
SlidingArts Urbani Tartufi continua a sorprendere e ad essere un grande testimonial dell’Italia in uno scenario d’eccezione: al… https://t.co/dFP4K6Fisa
SlidingArts Per noi i consigli di lettura non finiscono con l’estate. Vi raccontiamo cos’ha letto ultimamente @martasuilibri in… https://t.co/65HRzLfJFH
SlidingArts Quali libri portare in vacanza? Ecco qualche consiglio flash @martasuilibri per riempire una valigia di libri, per… https://t.co/7HrCbev5ce

 

Partner