Lunedì 5 maggio, Sliding Arts ha avuto il piacere di prendere parte alla registrazione della prossima puntata de “La Stanza della Musica”, la trasmissione radiofonica musicale in onda su RadioRai 3 il venerdì sera dagli studi radiofonici Rai di Torino. La puntata ha avuto come ospite Roberto Loreggian, organista e clavicembalista d’origine veneta, che ha suonato per poco più di un’ora parti del suo ultimo lavoro discografico su Georg Philipp Telemann. Loreggian, diplomatosi con il massimo dei voti in organo e clavicembalo, è diventato negli anni uno dei massimi esecutori italiani di musica clavicembalistica e organistica e vanta nel suo curriculum diverse collaborazioni ed esibizioni anche internazionali tra cui quelle di Monaco, al Teatro Colon di Buenos Aires e al Kioi Hall di Tokyo. Fra un brano e l’altro, Roberto Loreggian ha avuto modo di presentarsi e raccontare aneddoti e curiosità  sulla biografia e la storia di Georg Philipp Telemann. L’artista e compositore seicentesco, contemporaneo di Bach, ha prodotto nella sua vita una mole di scritti musicali superiori a quelli dello stesso Bach e Haydn messi insieme. La grande produzione musicale di Telemann è sempre stata una delle caratteristiche che ha accompagnato la vita dell’artista, ricordato e studiato anche per le sonorità particolari e più “alla moda” – come più volte sottolineato dallo stesso Loreggian – per l’epoca. Dopo l’ “Ouverture à la Polonaise TWV 32:2”e l’ “Ouverture n. 1 in Sol Minore TWV 32:5”, Loreggian ha suonato una delle fughe più riccorrenti nelle esecuzioni di Telemann, “Fugues légères et petits jeux à clavecin seul” - Fuga terza TWV 30:23. Proprio da questo brano ritmico e ricco di cambi improvvisi di sonorità, il clavicembalista ha voluto evidenziare come Telemann portasse all’interno dei propri brani l’esperienza dei viaggi compiuti per l’Europa, arricchendoli di testimonianze melodiche popolari facilmente riconoscibili durante la loro esecuzione. All’interno della registrazione della puntata c’è stato spazio anche per ascoltare due brani organicistici registrati dallo stesso Loreggian nel suo ultimo album prodotto dall’etichetta olandese Classic Records, che sta offrendo molta visibilità ad artistici del panorama classico italiano. 



 


 

Follow Us On Twitter - Image

twitter_right

SlidingArts 🌷📚 È primavera, sbocciano fiori e fioriscono libri. Quattro consigli libreschi su Sliding Arts #booklovershttps://t.co/msJAEoWUcB
SlidingArts Tra le nomination di stasera @TheAcademy: @CMBYNFilm dell'italiano Guadagnino ➡️ https://t.co/Ie9h9BtMVC,https://t.co/6xujKnh8O6
SlidingArts «Call me by your name» è il nuovo film di Luca Guadagnino, ora nelle sale e candidato a 4 premi Oscar 🏆 ➡️… https://t.co/ZrfLwtYDyl
SlidingArts Se siete a corto di idee su cosa leggere, ci pensiamo noi. Uno dei nostri propositi del 2018 è quello di scrivere u… https://t.co/AHX5f72npk
SlidingArts Al Teatro Mancinelli di Orvieto con Maria Pia De Vito, Gino Paoli e Danilo Rea. In Core/Coração, Napoli e il Brasil… https://t.co/Z5laxSJa8v
SlidingArts Bottoni sardi e lucioles parigine, l’augurio di un sereno Natale da parte del team Sliding Arts ✨#slidingartshttps://t.co/ByXI00LhXg
SlidingArts RT @valentinacefalu: Mito indiscusso e icona di stile https://t.co/0ScNdpHCNr
SlidingArts «.. Poi arriva a una cena una donna con un pantalone nero da smoking e una camicia di seta bianca, un classico perf… https://t.co/am79NPaY5t
SlidingArts RT @LaFeltrinelli: I libri ci emozionano, ci fanno sognare, ci commuovono. E quante storie raccontano? Ecco il nostro regalo per voi, una s…

 

Partner